Virginia Raggi, il padre Lorenzo litiga con i vicini durante la riunione di condominio e chiama i carabinieri – Corriere dell’Umbria

Virginia Raggi, il padre Lorenzo litiga con i vicini durante la riunione di condominio e chiama i carabinieri – Corriere dell’Umbria

18 Ottobre 2020 Off Di giornalenuovaimmagine



Episodio a dir poco curioso avvenuto a Roma e che ha coinvolto Lorenzo Raggi, il padre del sindaco della capitale, Virginia. Il motivo di tanto scalpore? La chiamata che il signor Raggi ha effettuato ai carabinieri per una presunta lite di condominio avvenuta durante una riunione. Dopo la telefonata i militari sono giunti sul posto dopo pochi minuti, ma qui hanno trovato una situazione tranquilla, non certo come gli era stata prospettata dal padre del sindaco. D’accordo che le riunioni di condominio spesso sfociano in liti piuttosto accese, ma questo non era il caso, almeno stando al racconto di alcuni testimoni al Corriere della Sera. “Noi tutti eravamo increduli – ha affermato uno dei presenti – si sono presentati due carabinieri che, dopo aver parlato con il signor Raggi, si sono affacciati, ci hanno visto composti e silenziosi attorno al tavolo. Se ne sono andati stupefatti, solo dopo averci chiesto timidamente il documento di identità”. In realtà ci sarebbero stati dei dissensi sulla gestione dell’ex alloggio del custode e sull’installazione della fibra ottica, con l’unico momento di tensione che si è registrato quando una signora “ha letteralmente rubato il registro per poter apporre proprie dichiarazioni”, come si legge nel verbale della riunione. Ma nessuna rissa o scontro, tanto che la chiamata del signor Raggi ai carabinieri è apparsa esagerata e ora sta suscitando una certa ironia negli ambienti romani.