insieme alle multe scattano le rimozioni forzate – Corriere dell’Umbria

insieme alle multe scattano le rimozioni forzate – Corriere dell’Umbria

19 Ottobre 2020 Off Di giornalenuovaimmagine



Alessandro Antonini

19 ottobre 2020

Sosta selvaggia durante la movida: pugno duro dei vigili urbani. Non solo multe: si ricorre anche alla rimozione forzata.E’ quanto avvenuto ieri durante i controlli della polizia locale in centro storico, turno 20-02. Sono state 45 le sanzioni per divieto di sosta, con due rimozioni forzate. Rimozione che nei giorni scorsi sono state sperimentate anche in via Marzia e in viale Indipendenza, per le auto in divieto che creavano problemi al traffico e impedivano i passaggio dei pedoni sui marciapiedi. Intanto però chi parcheggia ovunque, senza problemi, sia di notte che di giorno: come l’altro ieri quando un’auto è stata fotografata in sosta sulle strisce pedonali in via Baglioni, all’imbocco di piazza Matteotti. L’immagine è stata postata nel gruppo Facebook Perugia sosta selvaggia. Non sono mancati anche controlli specifici nelle vie del centro per la cosiddetta movida molesta. Già intorno alle 22 sono stati segnalati assembramenti in piazza Iv Novembre. Tra mezzanotte e le sei del mattino sono stati effettuato controlli interforze in buona parte dell’acropoli. A partire dallo stazionamento in piazza IV Novembre per disperdere gli assembramenti sulle scale del Duomo. L’intervento è proseguito con un pattugliamento a piedi per l’itinerario che conduce a via Bartolo, piazza Forte, via Ulisse Rocchi, piazza Danti, piazza Piccinino via Volte della Pace. Anche qui l’obiettivo era verificare ventuali fenomeni di degrado. Non sono state elevate sanzioni. Le attività commerciali e di pubblico esercizio – riferisce il comando dell’ex municipale – hanno chiuso a mezzanotte. Ma sono rimasti molti giovani in giro fino alle tre. Non sono state registrate violazioni per le norme anti Covid. Nella giornata di sabato alcuni residenti hanno protestato per i tanti rifiuti lasciani nei vicoli e altri atti contro il decoro. Intanto in centro sono in arrivo altre videocamere. Il Comune di Perugia ha approvato lo studio di fattibilità tecnico economica dell’intervento “Estensione della rete di videosorveglianza per il centro storico e la citta di Perugia” redatto dall’unità operativa Energia e smart city, per l’importo complessivo pari a 240.000 euro.