“Ha fatto meglio pure il Vietnam” – Corriere dell’Umbria

“Ha fatto meglio pure il Vietnam” – Corriere dell’Umbria

27 Ottobre 2020 Off Di giornalenuovaimmagine



Il Dpcm è un compromesso. Alla fine anche Andrea Crisanti, ordinario di Microbiologia dell’Università di Padova, boccia (almeno in parte) le decisioni del governo sulle restrizioni per cercare di contenere il virus. Ospite del programma L’imprenditore e gli altri condotto da Stefano Bandecchi, fondatore dell’Università Niccolò Cusano, su Cusano Italia Tv, spiega che “alcuni provvedimenti sono ragionevoli, altri meno comprensibili come il divieto di andare al cinema e al teatro. Bisognava regolare i trasporti, occasione pazzesca di assembramento. Nessuno sa se le nuove misure avranno l’effetto sperato, perché nessuno le ha mai sperimentate prima. Il punto è che in questa situazione non ci saremmo dovuti arrivare, è il risultato di una totale impreparazione delle regioni e anche del sistema sanitario nell’implementare delle misure di sorveglianza, tracciamento e prevenzione”. Crisanti punta il dito contro il tempo sprecato: “Avevamo 5 mesi di tempo, avremmo potuto creare un sistema di sorveglianza e tracciamento e non ci saremmo trovati in questa situazione – ha aggiunto – A fare misure di restrizione sono bravi tutti perché misura dopo misura si arriva al lockdown, i casi calano e poi che facciamo, ricominciamo da capo? Non abbiamo un sistema di sorveglianza in grado di interrompere i contatti sul territorio, come hanno fatto Cina, Taiwan, Nuova Zelanda e anche il povero Vietnam”.